Dieta per un dimagrimento rapido

Se il nostro obiettivo è quello di perdere peso, bisogna scegliere gli alimenti giusti in modo tale da accelerare il nostro metabolismo depurando l’organismo. Ecco che in quest’ottica si inserisce una dieta brucia grassi per un dimagrimento che ci aiuta a stare bene, sia fisicamente che psicologicamente. Anche se apparentemente può sembrare difficile, in realtà non lo è affatto. Si tratta solamente di stare attenti alle calorie che introduciamo nel nostro organismo. Oltre ad un’attività fisica quotidiana, è essenziale l’alimentazione. Vediamo quindi dei consigli utili per perdere peso.

Dieta brucia grassi

Se desideriamo perdere del grasso in eccesso, diventa fondamentale la scelta dei cibi. In questo senso sono utili le proteine contenute nel pesce, nella carne, nei formaggi e nei latticini magri, ma anche prodotti erboristici, che possono essere assunti anche come integratori. Un segreto molto utile è consumare molta insalata, specialmente prima dei pasti. In questo modo aumenteremo il nostro senso di sazietà ed eviteremo di abbuffarci. Ecco quindi una dieta da seguire per circa 3 giorni ma chi volesse continuare, deve prima chiedere il parere di uno specialista.
Colazione: 50 grammi di ricotta o 1 bicchiere di latte di mandorle, 100 grammi di mirtilli o 4 biscotti secchi con avena e 4 mandorle o 3 noci.
Spuntino: 1 frutto a scelta tra mango e banana o 1 yogurt intero naturale, pari a circa 125 grammi e 2 cucchiaini di miele di eucalipto.
Pranzo: 80 grammi di spaghetti integrali o di riso basmati cotto al vapore, 50 grammi di pesce spada e insalata mista a piacere condita con olio extravergine d’oliva.
Spuntino di metà pomeriggio: 1 frutto a scelta tra kiwi e ananas.
Cena: 50 grammi di bresaola o di tonno, 70 grammi di pane integrale e insalata a piacere, che può essere condita anche con 2 cucchiaini di aceto di mele o, in alternativa, con 2 di salsa di soia.

Articolo a cura di Bibianna Teodori, specializzata in coaching per dimagrire.

Cos’è il malocchio?

Il Malocchio è una credenza popolare che è particolarmente radicata nei paesi del mediterraneo e del vicino oriente. Con il termine Malocchio notoriamente indichiamo un flusso di energia negativa di ampia portata che viene inviato ad un’ altra persona al fine di danneggiarla.

Il Malocchio può essere scatenato da diversi sentimenti come l’invidia, la gelosia, l’amore possessivo e/o passionale etc… Inoltre può assumere diverse tipologie, ovvero inviato per diversi fini. In molti di questi casi chi lancia il malocchio non ne è consapevole, ma alle volte chi lancia questi influssi si avvale di pratiche di magia volte a causare tale danno. Nell’ antica Roma tale pratica veniva chiamata “fascinus”. Così fatto il Malocchio può risultare più efficace e difficile da eliminare. Un segno caratteristico di quest’ ”arma”, è quando l’ammaliatore si avvale del proprio sguardo al fine di inviare le energie negative e completare le opere a danno della vittima. Di fatto uno sguardo intenso e ossessivo, accompagnato da lusinghe o insulti rafforza di molto il malocchio.
La sintomatologia del malocchio si manifesta con mal di testa, sonnolenza, un senso di svuotamento e perdita di energie, pensiero fisso; spesso ci si sentirà nervosi senza motivo.
Invece quando si tratta di un malocchio con fini “amorosi” la persona colpita proverà un pensiero fisso, quasi ossessivo verso colui o colei che lo sta “ammagliando”; avrà litigi e contrasti con il partner attuale e spesso le notti potranno essere accompagnate da sogni che riconducono al suo ammaliatore.
Il malocchio viene inviato sia attraverso rituali di magia nera e rossa, sia attraverso suggestioni telepatiche, dove, come in quest’ ultimo caso il pensiero viene proiettato direttamente nella mente attraverso gli occhi. Molto importante è  rivolgersi a persone specializzate per scoprire come togliere il malocchio.